Vai al contenuto

Overclocking del Core i7: potenza contro prestazioni

    1651104663

    Ha senso puntare alle massime prestazioni?

    Abbiamo visto un gran numero di processori Intel con margini di overclocking impressionanti, il che significa che possono funzionare a velocità di clock sorprendentemente elevate, spesso fino al 30-50% al di sopra della frequenza di clock specificata. Tuttavia, l’overclock estremo aumenta il consumo energetico, specialmente se è necessaria una maggiore tensione del processore per raggiungere le velocità di clock desiderate (come abbiamo visto nella nostra storia sull’ottimizzazione dell’overclock di Phenom II).

    Oggi esaminiamo un sistema Intel Core i7 920 per trovare le migliori impostazioni di velocità per offrire prestazioni davvero elevate a livelli di consumo energetico ancora accettabili.

    L’overclock è una caratteristica

    Mentre i primi tentativi di overclock alla fine degli anni ’90 erano possibili solo su schede madri selezionate che supportavano la regolazione fine di velocità del bus, moltiplicatori e tensioni, lo stato e la percezione dell’overclocking sono diversi oggi. Qualsiasi scheda madre media supporta le funzionalità di overclocking di base e i prodotti di fascia alta sono quasi costruiti attorno all’overclocking: è diventata una vera caratteristica e un punto di forza chiave, piuttosto che un semplice divertimento pericoloso.

    Sebbene solo una piccola percentuale di tutti gli utenti decida effettivamente di far funzionare i propri sistemi in modo pesantemente overclockato, tieni presente che non tutti sono entusiasti, l’overclocking come funzionalità deve essere disponibile per poter vendere qualsiasi cosa posizionata al di sopra della fascia di prezzo del budget (anche se l’overclocking non è specificamente menzionato come opzione).

    Tutti possono overclockare

    Molti prodotti (chipset, processori, chip grafici e altro) sono costruiti sulla base di tolleranze comode, se non ampie. Di conseguenza, molti componenti possono essere azionati in sicurezza a velocità molto superiori alle loro specifiche di base. L’overclocking è ora ampiamente supportato su una pletora di piattaforme, rendendo l’overclocking facile e piuttosto sicuro per tutti.

    Se si rispettano ragionevoli aumenti della velocità di clock del 10-20%, quasi tutti i processori funzioneranno in modo fluido e affidabile, fornendo notevoli vantaggi in termini di prestazioni con un rischio trascurabile per l’hardware. Tutto quello che devi fare è scegliere le impostazioni di overclocking automatico, che è possibile su molte schede madri di classe superiore, e aumentare le impostazioni di velocità del sistema del 10-20%. Voilà—fatto.

    Quanto velocemente dovresti andare?

    Certo, un aumento di solo il 10-20% potrebbe non essere sufficiente; il tuo vicino o collega di lavoro potrebbe eseguire impostazioni molto più veloci in modo affidabile. Tuttavia, ci sono dei limiti all’overclocking, in cui inizia ad avere solo un senso limitato di andare oltre.

    Abbiamo assemblato un sistema di test basato sull’Intel Core i7 920 e abbiamo esaminato i possibili miglioramenti delle prestazioni, oltre al maggiore consumo energetico che ci si deve aspettare di conseguenza. I risultati sono sorprendentemente ovvi e illustrano che esiste un limite pratico all’overclocking che non ha senso andare oltre.

    0 0 votes
    Rating post
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 comments
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x