Vai al contenuto

Move Over G45: arriva la GeForce 9300 di Nvidia

    1650641104

    introduzione

    Intel indossa la corona delle prestazioni di elaborazione desktop. Eppure AMD mantiene un fedele seguito di clienti orientati al valore che vedono una velocità adeguata dai Phenom quad-core dell’azienda a un prezzo molto inferiore alle CPU Intel Extreme Edition. Ancora più interessante per gli ammiratori di AMD è la gamma di chipset dell’azienda, che è stata rafforzata dall’acquisizione di ATI.

    Nella fascia alta, hai 790FX, ora accoppiato al southbridge SB750 su una serie di interessanti schede madri (ricontrolla per una carrellata delle combinazioni 790FX/SB750 disponibili a fine mese). La fascia media è coperta dal 790GX, con la sua grafica integrata e l’ausilio per l’overclocking Advanced Clock Calibration basato sull’SB750. E la pulizia al prezzo della scheda madre inferiore a $ 100 è 780G, un chipset capace con grafica Radeon HD 3200 “abbastanza potente” in grado di gestire qualsiasi ambiente desktop a basso impatto che puoi lanciarci. La piattaforma non è adatta per gli sparatutto in prima persona, ma è una parte DirectX 10 in grado di gestire giochi a risoluzione estremamente bassa con frame rate riproducibili.

    Ma questa storia non riguarda la posizione favorevole di AMD agli occhi di coloro che acquistano schede madri con grafica integrata, anche se rivisiteremo le caratteristiche di potenza e prestazioni del suo chipset 790GX un po’ più tardi. Piuttosto, stiamo esaminando una piattaforma nuova di zecca di Nvidia chiamata GeForce 9300, che Intel potrebbe crescere per amare e odiare contemporaneamente. Lo adoreranno perché l’ultima mGPU di Nvidia morde la gola dell’attrattiva mainstream di AMD. Odieranno la GeForce 9300 perché è indiscriminata nel suo attacco, il che significa che si attacca anche al G45 recentemente lucidato di Intel. E data l’esperienza di Nvidia nella grafica integrata, questa piattaforma è davvero qualcosa che Intel deve guardare con cautela.

    Chipset integrati: sempre in evoluzione, senza mai recuperare

    Con regolarità prevedibile, AMD e Nvidia aggiornano le loro lineup di chipset utilizzando la tecnologia derivata da architetture discrete un tempo moderne. Ogni volta, l’elenco dei progressi sembra poter portare i giochi desktop nel regno delle possibilità per gli acquirenti attenti al budget. Ma la grafica con scheda madre non sembra mai raggiungere abbastanza per molto altro oltre alla produttività di base e un po’ di intrattenimento entry-level. Le offerte di Intel vanno di gran lunga peggio, vittime di hardware grafico sottodimensionato e sfortunatamente lo sviluppo dei driver in ritardo, che ci porta dove siamo oggi.

    Nonostante la sua presentazione al Computex nel giugno del 2008, G45 soffre ancora dei dolori iniziali di quello che considereremmo un hardware nuovo di zecca. I problemi con la riproduzione Blu-ray con accelerazione hardware, le prestazioni 3D deludenti e la scarsa compatibilità dei giochi hanno afflitto i test con i driver più recenti. Crysis, Unreal Tournament e World in Conflict hanno tutti dimostrato gravi problemi di rendering che renderebbero ingiocabile ciascuno di quei giochi, anche se i frame rate fossero accettabili. Andare avanti.

    AMD se la cava molto meglio, previsto, dal momento che il motore grafico che guida i suoi chipset 780G e 790GX ha più di un anno ed è di conseguenza abbastanza maturo. Come il G45 di Intel, i chipset integrati di AMD sono in grado di scaricare la riproduzione Blu-ray, anche se vedrai più avanti in questa recensione che la tecnologia è ancora in evoluzione e tutt’altro che perfetta. La GeForce 9300 di Nvidia deve usurpare la storia della piattaforma storica di AMD per ottenere il favore. G45 non è così minaccioso, sembrerebbe.

    0 0 votes
    Rating post
    Subscribe
    Notificami
    guest
    0 comments
    Inline Feedbacks
    View all comments
    0
    Would love your thoughts, please comment.x